lunedì 30 gennaio 2023
CasaRecensioniMacchine fotograficheRecensione Canon PowerShot SD550

Recensione Canon PowerShot SD550

La SD550, introdotta nell'agosto 2005 (solo sei mesi dopo il suo predecessore), è il modello più recente di una lunga serie di fotocamere ultracompatte "ELPH" o "IXUS" che risalgono ai primi anni 2000. In Europa, l'SD550 è noto come Digital Ixus 750 e in Giappone è noto come IXY DIGITAL 700. (e molto più indietro nel mondo delle fotocamere a pellicola).

The SD550 is a fairly minor upgrade to the SD500 (Ixus 700) that it replaces; aside from a larger screen (2.5 inches as opposed to 2.0 inches) and a slight redesign of the body and controls, the majority of the changes consist of tweaks to the user interface. The SD550 is compatible with all of the same lenses as the SD500 (Ixus 700).

Specifiche chiave

  • CCD da 7,1 megapixel
  • monitor con ampio angolo di visione e TFT a colori da 2,5 pollici
  • 37-111 mm (equiv.) F2.8 – 4.9, zoom ottico 3x
  • Video 640 × 480 a 30 fotogrammi al secondo
  • Video con frame rate veloce (320 × 240 pixel a 60 fps)
  • Clicca qui per stampare e condividere.
  • Bilanciamento del bianco personalizzato
  • I metodi di misurazione includono spot, ponderata centrale e valutativa.
  • DIGIC II oltre a iSAPS
  • AiAF a 9 punti
  • Nove modalità di scena

Design

Lo staff di marketing di Canon ha soprannominato il design dell'SD500 una "curva perpetua", che rappresentava un allontanamento dall'estetica squadrata dei precedenti modelli IXUS ed Elph. Questo design è stato introdotto sull'SD500 (non ci sono affatto linee rette sul corpo).

L'SD550 è quasi identico al suo predecessore; tuttavia, per adattarsi allo schermo più grande, alcuni controlli sul retro sono stati leggermente riorganizzati. Il colore ora è una versione leggermente più calda dello champagne, che probabilmente è qualcosa che non puoi vedere dallo schermo, ma il colore è l'altra grande alterazione esteriore.

La sua superficie liscia in acciaio inossidabile è quasi indulgente al tatto ed è superbamente realizzata con un'ammirevole attenzione ai dettagli, come si addice a una fotocamera all'estremità superiore della fascia di prezzo ultracompatta. L'aspetto e la sensazione dell'SD550 irradiano qualità, proprio come faceva l'SD500 prima.

L'unico inconveniente della finitura che è stata selezionata è che sembra essere piuttosto soggetta a graffi e imperfezioni (quindi tienilo in una custodia quando non lo usi). Ho anche trovato la fotocamera un tocco sul lato "scivoloso", il che significava che mi sentivo molto più al sicuro con il cinturino da polso in posizione che senza di esso. Personalmente, penso che ciò sia dovuto al modo in cui è progettata la fotocamera.

Sebbene la disposizione dei comandi sia stata modificata in modo significativo (ora c'è una ghiera di selezione piuttosto che un interruttore e la maggior parte dei pulsanti è stata spostata), i fondamentali rimangono gli stessi della maggior parte degli altri modelli della serie.

Ciò garantisce l'accesso ai controlli esterni per misurazione, flash, messa a fuoco (macro o infinito) e autoscatto/modalità drive. D'altra parte, il meraviglioso menu FUNC viene utilizzato per accedere al resto delle funzioni della fotocamera.

A portata di mano

Il guscio liscio come un ciottolo, insieme alla mancanza di qualsiasi "presa" visibile, significa che può sembrare un po' pericoloso maneggiato con una mano, ma in realtà è completamente utilizzabile. L'SD550 pesa circa 194 grammi quando è completamente pieno, il che è abbastanza consistente da sembrare solido e robusto nella mano.

Il posizionamento del pulsante di scatto e del bilanciere dello zoom rende semplice l'operazione con una sola mano; tuttavia, dovresti comunque assicurarti che il cinturino sia avvolto attorno al tuo polso nel caso in cui la fotocamera sfugga alla tua presa e inizi a muoversi nella direzione sbagliata.

Le lavorazioni ei controlli

C'è un'uniformità praticamente totale nei controlli e nei menu in tutte le minuscole gamme di fotocamere Canon, rendendolo uno degli aspetti più divertenti della revisione di una fotocamera compatta Canon. Ogni nuova generazione è un'evoluzione piuttosto che una completa reinvenzione della ruota.

E questo non è senza una buona ragione; la combinazione di numerosi controlli esterni e il superbo menu "FUNC", che offre l'accesso da un'unica schermata praticamente a ogni altro aspetto del funzionamento della fotocamera, rende semplice la padronanza di una PowerShot e il suo utilizzo è straordinariamente fluido. In altre parole, la PowerShot è una fotocamera molto facile da usare. Inutile dire che questa è una fotocamera davvero semplice; infatti, è un tipo "inquadra e scatta" che offre pochissimo controllo sulle impostazioni manuali.

Ciò che ottieni, tuttavia, è il controllo sulla maggior parte delle impostazioni critiche, tra cui misurazione, flash, ISO, bilanciamento del bianco, dimensioni e qualità del file e così via. Ciò che non ricevi, tuttavia, è un controllo significativo sulle aperture e sui tempi di posa della fotocamera, ad eccezione di una piccola selezione di modalità soggetto.

Prestazione

Svolgimento e tempistica degli eventi

L'SD550 dà l'impressione di essere molto veloce e molto reattivo nell'uso regolare, il che è supportato dai risultati dei nostri test (si noti che le prestazioni sembrano essere identiche all'SD500).

L'SD550 funziona molto bene in tutti gli aspetti, tra cui l'accensione, lo zoom, la navigazione nei menu, lo scatto di immagini e l'utilizzo del flash. Molto raramente, se non mai, ti farà aspettare qualcosa. Insolitamente per una Canon, la velocità di elaborazione (grazie al processore DIGIC II) è quasi eguagliata dalla velocità di messa a fuoco, che è davvero di tutto rispetto. Raramente caccia e raramente impiega più di mezzo secondo per trovare il segno anche in condizioni di scarsa illuminazione all'estremità lunga dello zoom. Questo è vero anche quando si scatta all'estremità più lunga dello zoom.

Questo è il tempo più veloce che abbiamo mai visto mettere a fuoco una piccola fotocamera Canon nella nostra esperienza. Anche le prestazioni di scatto continuo sono abbastanza buone per una fotocamera ultracompatta da 7 megapixel, purché si utilizzi una scheda SD veloce, e il ritardo dell'otturatore, soprattutto quando si utilizza il mirino ottico, sembra immediato. Questa è una caratteristica davvero impressionante per una fotocamera con un sensore di dimensioni così ridotte. Eccellente.

Note di temporizzazione

I tempi elencati sono le medie dei risultati di tre procedure separate. Se non diversamente specificato, tutti i tempi sono stati eseguiti su un'immagine con una risoluzione di 3072 x 2304 pixel utilizzando il formato SuperFine JPEG (circa 2.650 KB per immagine). Come supporto di test per queste procedure è stata utilizzata una scheda SD SanDisk Extreme III da un gigabyte.

AzioneDettagliTempo, sec
Alimentazione: Spento per registrare 1.0
Alimentazione: spento per giocareImmagine visualizzata1.1
Alimentazione: Registra su OffTutta l'attività è cessata1.7
Potenza: Riproduci su OffQuando il buffer è vuoto~0.0
uno
Revisione recordImmagine visualizzata~0.5
Modalità: Registra per riprodurre 1.6
Modalità: Riproduci per registrareObiettivo già esteso~1.3
uno
Gioca: ingrandisciA pieno ingrandimento (~10x)~0.8
Riproduci: da immagine a immagineTempo per visualizzare ciascuna immagine salvata (nessuna transizione)~0.2
Riproduci: da immagine a immagineTempo per visualizzare ogni immagine salvata (con effetto di transizione)~0.5
Riproduci: vista in miniatura3 x 3 miniature~0.4
AzioneDettagliTempo, secondi
Zoom da grandangolo a teleobiettivoda 37 a 111 mm (3 x)1.3
Ritardo a metà pressione (0->S1)Angolo ampio~0.35
Ritardo a metà pressione (0->S1)Teleobiettivo~0.45
Ritardo da metà a pressione completa (S1->S2)Visualizzazione dal vivo dell'LCD< 0,1
Ritardo da metà a pressione completa (S1->S2)Mirino< 0,1
Ritardo a pressione completa (0->S2)Visualizzazione live LCD, grandangolo~0.5
Via allo scatto effettuatoVisualizzazione dal vivo dell'LCD~1.4
Da colpo a colpoFlash spento1.4
Da colpo a colpoFlash attivato (riduzione occhi rossi disattivata)1.8
Da colpo a colpoFlash attivato (riduzione occhi rossi disattivata)2.7

Modalità continua

I risultati del nostro test sullo scatto continuo includono la frequenza dei fotogrammi effettiva, il numero massimo di fotogrammi che è possibile acquisire e la quantità di tempo che deve trascorrere prima che possa essere eseguita un'altra ripresa dopo che è stato effettuato il numero massimo di fotogrammi. Come supporto di test per queste procedure è stata utilizzata una scheda SD SanDisk Extreme III da un gigabyte. Durante questi esperimenti, la velocità dell'otturatore è stata mantenuta a un valore superiore a 1/200 di secondo.

Modalità di guida continua

L'SD550 ha solo una singola modalità di scatto continuo e, dopo ogni fotogramma acquisito, mostra una piccola immagine di revisione da guardare. La velocità indicata di 2,0 fotogrammi al secondo è risultata completamente accurata dai nostri test; tuttavia, la velocità diminuisce leggermente ad alcune risoluzioni inferiori per ragioni sconosciute; ciò potrebbe essere dovuto al sovraccarico di elaborazione aggiuntivo che si verifica quando si riducono le dimensioni del file prima della creazione del JPEG.

Tipo di immagineModalitàMedia cornici
al secondo
Cornici a raffica *1A seguito di
scoppiare 
*2
3072 x 2304 JPEG EccellenteContinuo2,1 fpsIllimitaton / a 
3072 x 2304 JPEG BeneContinuo2,0 fpsIllimitaton / a 
3072 x 2304 JPEG NormaleContinuo2,0 fpsIllimitaton / a 
2592 x 1944 JPEG SuperFineContinuo1,7 fpsIllimitaton / a 
2048 x 1536 JPEG SuperFineContinuo2,0 fpsIllimitaton / a 
1600 x 1200 JPEG SuperFineContinuo1,9 fpsIllimitaton / a 

Non c'è niente di sbagliato in questa fotocamera; non solo mantiene un buon 2,0 fotogrammi al secondo con la maggior parte delle dimensioni dei file e delle impostazioni di qualità, ma il buffering è così veloce che puoi praticamente scattare all'infinito, anche con l'impostazione 7MP/Super Fine più alta, purché tu abbia una SD carta che è abbastanza veloce.

Quando si utilizza una scheda veloce, non sembra possibile riempire il buffer, il che significa che è possibile continuare a scattare foto finché si dispone della capacità della scheda e della carica della batteria per farlo.

Qualità dell'immagine

Un bilanciamento del bianco perfetto

Oltre al bilanciamento del bianco automatico integrato nella fotocamera, l'SD550 dispone di un totale di cinque diverse impostazioni di bilanciamento del bianco. Questi sono soleggiato, nuvoloso, incandescente, fluorescente e fluorescente H. È inoltre possibile impostare manualmente il bilanciamento del bianco puntando la fotocamera su un oggetto bianco o grigio e utilizzando l'impostazione di bilanciamento del bianco "personalizzata". Questa impostazione è disponibile come opzione aggiuntiva di bilanciamento del bianco.

Anche se spegni la fotocamera, manterrà l'impostazione del bilanciamento del bianco personalizzato che hai selezionato in precedenza. Quando si scatta normalmente all'aperto, il bilanciamento automatico del bianco svolge egregiamente il suo scopo (come confermato dai nostri test in studio). L'illuminazione fluorescente non rappresenta un grosso problema all'interno, ma l'illuminazione a incandescenza (tungsteno) produce una dominante di colore arancione piuttosto forte. Questo è qualcosa che abbiamo sperimentato con la maggior parte delle Canon PowerShot.

Quando abbiamo chiesto a Canon il suo metodo per determinare il bilanciamento del bianco, ci è stato detto che i colori caldi che appaiono sul display della fotocamera quando viene utilizzata per catturare immagini con luce incandescente sono intenzionali e vengono utilizzati per "cercare di mantenere alcune delle calde atmosfere di questo tipo di riprese”.

Prestazioni in un lampo

Secondo quanto riferito, il flash incorporato sull'SD550 ha un raggio d'azione da 0,5 metri a 4,8 metri (da 1,6 piedi a 16,4 piedi) all'estremità larga dello zoom e da 0,5 metri a 2,8 metri (da 1,6 piedi a 9,8 piedi) all'estremità del teleobiettivo , rendendolo leggermente più potente rispetto alla maggior parte degli altri modelli della gamma. In modalità macro, può mettere a fuoco fino a circa 30 centimetri (circa 12 pollici) (in tutti i casi supponendo che l'ISO sia impostato su automatico).

Nei test che abbiamo eseguito nel mondo reale, il flash ha funzionato adeguatamente con un tono molto poco caldo (che è bello). Anche con la funzione di riduzione dell'effetto occhi rossi attivata, il flash ha un tempo di ricarica molto breve, assicurandoti di non perdere nessuna opportunità fotografica spontanea mentre aspetti che si attivi. Abbiamo scoperto che l'illuminatore autofocus (AF) avrebbe consentito la messa a fuoco nell'oscurità totale (o il più vicino possibile) a distanze fino a circa un metro.

Messa a fuoco macro

La modalità macro dell'SD550 è più efficace all'estremità larga dello zoom, come nel caso della maggior parte delle piccole fotocamere digitali. A questa estremità della gamma di zoom, puoi avvicinarti fino a 5 centimetri, il che non è affatto terribile per una fotocamera "ultracompatta". Anche se le prestazioni sono meno eccezionali all'estremità lunga dello zoom (con una distanza dal soggetto di 30 centimetri), è comunque piuttosto maneggevole.

Sensibilità ISO / Livelli di rumore

La capacità di aumentare la sensibilità del sensore di una fotocamera digitale è indicata come impostazione ISO equivalente. La funzione si ottiene aumentando il “volume” (guadagno) degli amplificatori di segnale contenuti all'interno del sensore (ricordiamo che il sensore è un dispositivo analogico).

Quando ingrandisci il segnale, aumenti anche il rumore e il rumore diventa più evidente all'aumentare del valore ISO. A sensibilità maggiori, molte fotocamere odierne utilizzano anche la riduzione del rumore e talvolta anche la riduzione della nitidezza.

Scattiamo una serie di immagini di un grafico GretagMacBeth ColorChecker per determinare la quantità di rumore di fondo (illuminazione diurna artificiale controllata). L'esposizione è bilanciata con l'ISO (ad esempio, ISO 200 e 1/200 di secondo per mantenere l'uniformità dell'esposizione tra le fotocamere).

Modalità film

Al giorno d'oggi ci vorrebbe un produttore audace per realizzare anche un modello economico senza una modalità filmato fondamentale, e la possibilità di registrare filmati sta diventando una componente sempre più significativa della decisione di acquisto di fotocamere di questo tipo.

L'SD550 presenta una dimensione massima del filmato di 640 x 480 pixel, che è sufficiente per adattarsi alla maggior parte degli schermi televisivi se riprodotti a 30 fotogrammi al secondo. Questa funzione è diventata standard per le fotocamere di questo tipo. Inoltre, offre la possibilità di scattare con un frame rate inferiore e dimensioni inferiori. La modalità "frequenza fotogrammi elevata" può registrare video con una risoluzione di 320 x 240 pixel a una velocità di 60 fotogrammi al secondo.

I video sono abbastanza fluidi e mostrano pochissimi artefatti di compressione; l'unico problema significativo è che il sistema di esposizione occasionalmente non è in grado di tenere il passo con i rapidi cambiamenti di luminosità della scena. La qualità complessiva è buona. I file AVI sono piuttosto enormi; utilizzando il livello di qualità più elevato (640 × 480 a 30 fotogrammi al secondo), masterizzerai circa 1,7 MB di dati al secondo. Per questo motivo, se prevedi di girare molti film, dovrai investire in alcune schede SD grandi e veloci.

Preoccupazioni relative alla qualità specifica dell'immagine

Quando si tratta di qualità delle immagini, è inevitabile che una fotocamera ultracompatta come questa comporti una sorta di sacrificio da parte dell'utente.

The question that needs to be answered is how much of a sacrifice we are willing to make in terms of image quality in order to obtain a camera that is truly pocket-sized. Additionally, the question that needs to be answered is whether or not there is any real advantage to the large 7-megapixel files (over, say, the 4-megapixel SD300) in termini reali per l'uso quotidiano.

Innanzitutto, la buona notizia: questa è una Canon e ha tutti i tratti distintivi tipici di Canon, inclusi colori eccezionali che sono sia luminosi che naturali, esposizione e messa a fuoco estremamente precise e un livello di dettaglio molto elevato (vedere i test di risoluzione).

Le fotografie, in particolare quelle che contengono dettagli delicati a basso contrasto come il fogliame, a volte sembrano un po' morbide o addirittura fangose (sono molto lisce, quasi troppo "levigate"), ma reagiscono bene alla nitidezza e si stampano bene quando sono .

Le informazioni a contrasto più elevato vengono visualizzate in modo abbastanza pulito; ma immagini molto luminose e contrastate potrebbero creare problemi di misurazione. Inoltre, il contrasto relativamente elevato può generare un certo ritaglio delle alte luci; tuttavia, non c'è molto di cui lamentarsi nel complesso con questa fotocamera.

Infine, proprio come con tutte le altre fotocamere compatte Canon, abbiamo scoperto che il cosiddetto sistema AiAF “intelligente” era all'origine di così tanti errori di messa a fuoco (e lentezza di messa a fuoco in generale) che consigliamo di disattivarlo, a meno che non siate assolutamente non è possibile utilizzare il blocco della messa a fuoco preliminare (pressione a metà) per i soggetti non centrati. In tal caso, consigliamo di lasciarlo acceso.

We noticed that corner softness was a little issue at the wide end of the zoom range and at maximum aperture, but it is a lot better than in prior generations, and it isn’t particularly noticeable in images taken in real-world environments. Purple fringing, which is a common issue with Canon cameras, presented itself as a challenge for us in a number of high-contrast photographs.

Alla fine, l'SD550 produce il tipo di risultati di cui pochissime persone nel mercato di riferimento troverebbero qualcosa di cui lamentarsi, e sarebbe la fotocamera ideale da portare sempre con sé per chiunque sia abituato a utilizzare una fotocamera più grande e sofisticata. e non vuole sacrificare troppa qualità dell'immagine per motivi di portabilità.

Inoltre, vorrei sottolineare che i problemi descritti di seguito non rappresentano più del 5% circa delle circa 400 fotografie che ho scattato durante questo test e, ad eccezione del purple fringing, sono limitati a un numero relativamente gamma ristretta di scenari di ripresa.

Colorazione lungo i bordi

In quasi tutte le fotografie che presentano sezioni molto luminose (particolarmente sovraesposte), è presente una quantità tracciabile di frange viola e, in alcune fotografie, è abbastanza prominente.

Nella maggior parte delle situazioni, non è sufficiente rovinare le fotografie, ma quando scatti con un obiettivo grandangolare all'aperto in una giornata di sole, potresti ritrovarti con frange molto marcate ai bordi dell'inquadratura dove le aree chiare e scure si incontrano.

Problemi con l'esposizione e alte luci ritagliate

Le alte luci ritagliate o spente non erano un evento insolito quando usavamo l'SD550, proprio come lo erano con l'SD500 che lo precedeva. Questi problemi si sono verificati più frequentemente in condizioni di ripresa estremamente luminose e ad alto contrasto.

Il problema, che non è affatto esclusivo di questa fotocamera, sembra essere causato in parte dal fatto che la fotocamera ha un'impostazione predefinita del contrasto piuttosto elevata (che è comune nelle fotocamere nel settore dello "stile di vita" del mercato perché produce effetti "incisivi" stampe), e in parte perché la misurazione a volte può essere ingannata da scene che hanno una gamma molto ampia di livelli di luminosità. Nessuno di questi fattori è unico per questa fotocamera.

Specifiche

Materiale corporeoMetallo
Conosciuto anche come• Nome europeo: Canon IXUS 750
• Nome giapponese: Canon IXY Digital 700
Sensore• CCD da 1/1,8″, 7,4 milioni di pixel totali
• 7,1 milioni di pixel effettivi
Dimensioni dell'immagine• 3072 x 2304
• 2592 x 1944
• 2048 x 1536
• 1600 x 1200
• 640 x 480
Filmati• 640 x 480 a 30/15 fps
• 320 x 240 a 60/30/15 fps
• 160 x 120 a 15 fps
• Fino a 1 GB (640×480, 320×240, 30/15 fps) (a seconda della velocità e della capacità della scheda di memoria)
• Fino a 3 minuti (160×120) (a seconda della velocità e della capacità della scheda di memoria)
• Fino a 1 min (320×240, 60 fps) (a seconda della velocità e della capacità della scheda di memoria)
• AVI (Motion JPEG / mono sonoro)
Lente• Zoom ottico 3x da 37 a 111 mm (equivalente a 35 mm).
• Fa 2,8 – 4,9
Velocità dell'otturatore15 – 1/2000 sec
Messa a fuoco• Messa a fuoco automatica TTL
• AiAF a 9 punti
• 1 punto AF (fisso al centro)
• Modalità macro 5 cm (grandangolo), 30 cm (teleobiettivo)
Modalità di scatto• Automatico
• Manuale
• Macro digitale
• Ritratto
• Fogliame
• Nevicare
• Spiaggia
• Fuochi d'artificio
• Sott'acqua
• Interno
• Bambini e animali domestici
• Istantanea notturna
• Cucitura assistita
• Compensazione AE da -2,0 EV a +2,0 EV in passi di 1/3 EV
Sensibilità• Automatico
• ISO50,100,200,400
Bilanciamento del bianco• Automatico
• Luce diurna
• Nuvoloso
• Tungsteno
• Fluorescente
• Fluorescente H
• Personalizzato (manuale)
Parametri dell'immagine• Vivido
• Neutro
• Bassa affilatura
• Bianco e nero
• I miei colori (9 impostazioni)
Continuo2 fps finché la scheda di memoria non è piena
Veloce• Integrato
• Modalità: Auto, on, off, riduzione occhi rossi, sincronizzazione lenta, blocco esposizione flash
• Portata: 0,5 m – 5,0 m (W) / 3,0 m (T)
Conservazione• Scheda di memoria SD
• SD da 32 MB in dotazione*
MirinoImmagine reale ottica
monitor LCD• LCD TFT da 2,5 pollici
• 115.000 pixel
Connettività• USB 2.0 ad alta velocità
• Uscita A/V
Energia• Batteria ricaricabile agli ioni di litio NB-3L
• Caricabatterie incluso
• (KIT adattatore CA opzionale ACK900)
Nella scatola*• Canon PowerShot SD550 digitale ELPH (IXUS 750, IXY DIGITAL 700)
• Cinturino da polso
• Batteria agli ioni di litio
• Cavo AV
• Cavo USB
• Scheda SD da 32 MB
• CD ROM del software (Soluzioni per fotocamere digitali Canon e ArcSoft PhotoStudio)
Altre caratteristiche• Spot (centro), misurazione ponderata centrale e valutativa
• Compatibile con PictBridge, Exif Print e DPOF
• Istogramma di riproduzione
• Sensore di orientamento
• Illuminatore autofocus
• Flash ad alta potenza opzionale HF-DC1 (slave)
• Custodia impermeabile opzionale
Peso (inclusa battuta)192 g (6,8 once)
Dimensioni90 x 57 x 27 mm (3,5 x 2,2 x 1,1") Escluse sporgenze

Verdetto finale

Per essere onesti, l'SD550 non fa avanzare significativamente lo stato dell'arte e, dato che è stato rilasciato solo sei o sette mesi dopo il suo predecessore, l'SD500, sarei rimasto scioccato se lo avesse fatto. L'SD500 era un piccolo gioiello di fotocamera (e il più grande modello IXUS / ELPH fino ad oggi), e l'SD550 è solo leggermente migliore del suo predecessore. Questa è generalmente una notizia positiva. È una delle poche fotocamere disponibili oggi sul mercato che ha un vero aspetto "di lusso", tale è la qualità della sua costruzione e dei materiali, e la qualità dell'immagine è eccellente (per una fotocamera di questa classe), è veloce, reattivo e affidabile, ed è una delle poche fotocamere in grado di girare video 4K.

Ci sono ancora alcuni problemi di qualità dell'immagine di cui i pixel peeper non saranno soddisfatti, come la leggera morbidezza degli angoli, le frange viola e i dettagli leggermente confusi a basso contrasto; tuttavia, le immagini fluide, pulite, luminose e incisive delizieranno l'utente tipico che è più interessato a stampare le proprie immagini che a ingrandirle sullo schermo e cercare problemi. La durata della batteria (quando si utilizza lo schermo) potrebbe ancora essere migliorata, ma a parte questo, questa è una fotocamera che è difficile non apprezzare e una fotocamera che ti incoraggia a portarla ovunque e ad usarla effettivamente. Sono rimasto deluso dal nuovo schermo da 2,5 pollici perché ha una risoluzione terribilmente bassa (anche se è comunque piacevole da usare per quelli di noi a cui piace tenere la fotocamera a distanza di un braccio) e la durata della batteria (quando si utilizza lo schermo) potrebbe essere ancora migliorato.

Il SanDisk SD550 è, in poche parole, lo stesso del SanDisk SD500, ma con alcune campane e fischietti in più. È ancora abbastanza costoso e l'assenza di un vero controllo è insolita per un prodotto di questo livello; tuttavia, ce n'è sicuramente abbastanza per metterlo in cima alla lista per chiunque cerchi uno sparatutto di lusso. Forse non abbastanza per una valutazione altamente raccomandata, ma sicuramente sufficiente per metterlo lì.

Pro e contro

Buono per
  • La linea di fondo: i lati positivi
  • Ottima risoluzione
  • Molto portatile e facile da portare in tasca
  • Splendido nella sua struttura e composto interamente da metallo
Necessita miglioramenti
  • La finitura è piuttosto vulnerabile a graffi e graffi e può essere scivolosa in mano.
  • Non c'è molto spazio per la regolazione manuale.
  • Non ci sono ancora informazioni sull'esposizione a velocità dell'otturatore superiori a 1/60 di secondo.

articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Rimani connesso

74,546FanPiace
5,428SeguaciSeguire
75,378SeguaciSeguire
7,542SeguaciSeguire
785Iscrittisottoscrivi
- Annuncio pubblicitario -

Articoli Recenti